LiberoReporter

Terremoto: strane coincidenze da non sottovalutare

Nelle settimane precedenti al terribile terremoto in Emilia si sono verificati alcuni eventi che non si possono escludere come causa/effetto del sisma.

 Il 17 febbraio 2012, i Ministri dell’Ambiente e dei Beni Culturali Corrado Clini e Lorenzo Ornaghi hanno decretato la compatibilità ambientale e quindi l’autorizzazione di opere di indagine geologica, ossia trivellazioni con uso di cariche esplosive e pompaggio di acqua ad alta pressione, allo scopo di verificare la realizzabilità di un gigantesco deposito di gas metano, nel sottosuolo dei comuni di San Felice sul Panaro, Finale Emilia, Camposanto, Medolla, Mirandola e Crevalcore, all’interno di una altrettanto gigantesca cavità naturale situata a quasi tre chilometri di profondità ed in grado di servire allo stoccaggio di 3,2miliardi di metri cubi di gas metano (equivalente al volume di un’enorme sfera dal diametro di quasi 2km).  Tutto ciò in una zona ad elevato rischio sismico e contro il parere dei cittadini e dai vertici della stessa Regione che da anni si oppongono agli studi di fattibilità già promossi sin dal 2005 dai governi Berlusconi e Prodi.

 

Una strana coincidenza forse, vede i comuni oggetto delle opere di trivellazione,  essere anche quelli più interessati dal sisma.

A seguito delle prime scosse significative il Governo ha comprensibilmente dato segni di imbarazzo. Il Ministro Clini ha subito parlato di “ulteriori necessari accertamenti“, ricordando a tutti che i Ministeri hanno concesso solo una “valutazione favorevole alla esplorazione” (che si fa trivellando n.d.r.). La società autorizzata alla realizzazione dell’opera, la Erg Rivara Storage srl, società angloitaliana riconducibile, tra gli altri, al patron della Sampdoria Garrone, che nega di aver «realizzato nell’area di Rivara nessuno studio o perforazione, tanto meno con l’iniezione di gas, e di aver compiuto del “fracking“».
Il fracking consiste nell’iniettare acqua ad altissima pressione allo scopo di fratturare la roccia, allargare progressivamente la frattura e penetrare in profondità. L’acqua di scarto, trattata con lubrificanti e agenti chimici, tende normalmente a tornare in superficie ed il problema dello stoccaggio di questo residuo fluido, normalmente contaminato da polveri radioattive, è risolto attraverso la creazione di pozzi profondissimi dove l’acqua reflua viene scaricata ad altissima pressione e il problema sarebbe risolto.

Nel testo del decreto Ornaghi-Clini si individuano le due fasi che precedono l’insufflamento di gas: quella preliminare “di accertamento” che ha inizio dopo il rilascio delle autorizzazioni e la fase “di sviluppo” per la realizzazione dei pozzi di stoccaggio.
Questa seconda fase “di sviluppo” è una rinomatissima causa di terremoti, lo affermerebbe la comunità scientifica internazionale.  Infatti si legge nel Huffington Post del 9 maggio c.a.,  che lo stato dell’Ohio, che ospita 177 di questi pozzi, ha recentemente preso dei seri provvedimenti verso questa pratica, in quanto pare ormai consolidata l’idea che il trivellamento dei pozzi di stoccaggio abbia causato nella zona “una dozzina di terremoti”.  E ancora più interessante è ciò che si legge nel sito del Lamont-Doherty Earth Observatory, dipartimento di Scienze della Terra della prestigiosa Columbia University che spiega la correlazione tra il pompaggio profondo di acque reflue da fracking e terremoti pari o superiori al grado 5,0 della scala Richter, sarebbe cosa nota sin dagli anni ’60 come documentato negli eventi sismici occorsi in Arkansas, Texas, Oklahoma, e nel Regno Unito.

E’ inquietante il verificare che il recente sciame sismico ha modalità che appaiono molto simili a quelle riconducibili ad operazioni di pompaggio di acque reflue nel sottosuolo, come ad esempio la fuori uscita di metri cubi di melma grigiastra che si vedono affiorare ovunque nei comuni interessati dal sisma.

Ci auguriamo che la magistratura possa fare luce su questa “coincidenza”.

Pierre S

Segue seconda parte http://www.liberoreporter.it/?p=30164

24 COMMENTS
  1. Antonio Liucci

    …e perchè non fate voi le carte di denuncia? blog walledellaluna

  2. Ilario Zamboni

    speriamo nella magistratura io ci credo.bisogna fermarli

  3. Nicolas Mosconi Clerks

    è un ipotesi di lavoro..però da li ad affermare con certezza ne pass…Aspetto uno studio serio per confermare/non confermare. ciao

  4. Isa Maltese

    non ho parole e non esisto non e dio ma loro.

  5. Ettore Todaro

    Se negli Stati Uniti non avessero costruito grattacieli, quel kamicaze non avrebbe fatto tanti morti. Se…. oggi negli Stati Uniti la gente starebbe nelle tende e avrebbe come presidente Toro Seduto XXXII

  6. Lorenzo Belmonte

    Caro Carmine se io vi sto sul cazzo mentre leggere le puttanate che i blog d'informazione pubblicano per fare sensazionalismo e per avere più Mi piace e condivisioni dai pecoroni dei social network (e sono tanti) vi sta bene, allora non abbiamo nulla a che spartire. Io sono sempre stato il primo ad unirmi a lotte ambientaliste ed a mettere in dubbio ciò che ci arriva attraverso i media italiani. E se uno vuole fare il "Reporter" come si definirebbe il tizio che ha scritto questo articolo dovrebbe fare le cose un po' meglio come coloro degni di quel nome del programma Report, che si fanno tanto di culo per andare a ficcarci il naso personalmente prima di scrivere boiate col sensazionalismo del bimbetto che ha appena scoperto dove la mamma ha nascosto il vaso della marmellata. Mi dispiace ricordarti tutte quelle bellissime cose che elencavi, evidentemente in Italia quando si vede il diverso si tende ancora a demonizzarlo e lo si associa ad altra gente che stava dietro altre grandi tragedie, fossero tutti simili a te a quanto ho capito staremmo ancora al tempo della caccia alle streghe, e forse anche tu dovresti rispettare non l'opinione, ma i dati e l'attendibilità di ciò che è stato detto da un esperto di sismologia applicata, che da solo ha zittito tutta questa messinscena solita. Io si, potrei rispettare l'opinione altrui, se non fosse che un reporter non dovrebbe scrivere dell'OPINIONE che ha, bensì ricercare la realtà dei fatti. Collegare i puntini delle coincidenze (che spesso e volentieri ci creiamo noi) lasciamolo a Giacobbo o a Mistero. Leggi sotto per saperne di più sulla vicenda e per avere conferma che sì, c'è stata un'approvazione al progetto, ma non è mai stato applicato. Adesso ovviamente si sta rivedendo tutto per riaggiornare le carte sismiche e gli stabilimenti eccetera, per cui rivedranno e fermeranno anche quel progetto di fracking, grazie al cielo. Ma da qui a dire che le coincidenze e gli allineamenti stellari ci parlano e ci dicono che l'hanno già applicato, all'insaputa della cittadinanza e dei comuni interessati, nascondendo impianti del genere sotto il tappeto, ce ne vuole. E fa parte di quel giornalismo che deve lasciare il tempo che ha trovato da qualche anno a questa parte. Legga e s'informi, buona giornata.

  7. Carmine Latronico

    la cosa odiosa sei tu che offendi, facendo il dotto che ne sa più di tutti. almeno tieniti il beneficio del dubbio, che cazzo ti costa ascoltare e leggere senza offendere gratuitamente delle semplici ipotesi. Quelli come te ricordano molto il Titanic, il Vajont, la piattaforma petrolifera della BP nel golfo del messico, la centrale di Fukushima, la centrale di Chernobyl, e ci metto anche Schettino e la Costa Concordia (l'errore umano nasce dal chi lo ha fatto capitano) e posso andare avanti elencandoti la faccia tosta di molte persone che prima della tragedia, come te rispondevano basiti "COSA???MA INFORMATEVI PRIMA DI PARLARE, VOI CHE NE SAPETE, MASSA DI IGNORANTI, I SOLITI COMPLOTTISTI" e poi crepano le persone…. i casi sono veramente due, o io mi sono appena rivolto male a Gesù Cristo, oppure tu dovresti metterti più a livello delle persone e ascoltare

  8. Denis Romellini

    Silvia Tagliavini….avevi letto????

  9. Fabrizio Benedetti

    E il 6 giugno Venere passerà davanti al Sole rispetto alla nostra prospettiva. Sarà un caso?! O sarà l'effetto della gravità di Venere a causare i terremoti in Emilia?!

    1. Ennio Argentino

      che sfiga, venere se la prende solo con l'emilia….

    2. Ettore Todaro

      E' naturale! Perchè è gelosa di Emilia!

  10. Pingback

    Terremoto e strane coincidenze: ciò che bisogna conoscere | News-LR

    1. Roberto Scordino

      Ho letto il tuo link ma non dice nulla, anzi conferma la preoccupazione relativa alle pratiche di cui parla l'articolo. Poi la frase "Nella zona è certo che non ci siano operazioni di fracking dato che ci sono comitati di cittadini molto vivaci ed attenti che si battono contro la realizzazione di un impianto di stoccaggio gas." equivale a dire non è vero che stanno facendo la Tav perchè ci sono decine di comitati di cittadini che si oppongono… questo sarebbe il parere dei geologi? Ma dai!

    2. Lorenzo Belmonte

      Non equivale a dire niente, vuole dire quello punto. Numero due: benissimo, un articolo scritto da un docente di sismologia applicata, che magari su di queste cose segue i procedimenti a livello italiano quale M. Mucciarelli, per lei non dice nulla. Ahah ma bene! Prego, si accomodi, c'illumini della sua saggezza! Terzo: il fracking non è qualcosa che si può nascondere sotto il tappeto, esattamente come la TAV. Ed essendoci anche in Emilia osservatori e comitati attivi, qualora ce ne fosse stata ragione si sarebbero mobilitati o si sarebbero fatti sentire, come gli ambientalisti di Venezia che dicono no al transito di enormi navi da crociera nel delicato ecosistema lagunare per puri scopi TURISTICI. Ora abbiamo sia il FAI che l'UNESCO che si sono uniti a questo urlo contro lo scandalo. Di ciò, mai sentito parlare? Boh, chissà perché. E ti assicuro, non è perché ci stanno articolati progetti massonici multinazionali dietro. Semplicemente perché non c'è quel tipo di attività, punto.

    3. Roberto Diana

      che odioso

    4. Lorenzo Belmonte

      Roberto mi dispiace risultarle così, io sono il primo ambientalista che combatte in prima persona contro queste cose e sono il primo a sostenere il giornalismo e la libertà d'espressione. Ma quello vero, serio e che si documenta prima di spararle così. Da qualche anno a questa parte l'informazione (lasciamo stare i telegiornali italiani, per carità di dio guardate) affianca al vero giornalismo, alla cronaca, agli approfondimenti, articoli di quinta classe basati su voci, su progetti varati a febbraio 2012 (ma sapete quanto tempo ci vuole dacché venga approvato un progetto alla sua messa in atto? E quanto ci vuole per installare un sito di fracking?!), dei quali ovviamente la compagnia ha smentito la messa in atto solo quattro mesi dopo. Mi sono stancato di vedere sul Corriere della Sera accanto alla tragedia di Brindisi articoli sullo spostamento della profezia dei Maya al cinque giugno, o su la Repubblica accanto al dramma emiliano altre stronzate. Questo è complottismo alla Giacobbo. Questo è scrivere articoli per quello che vuole sentire la gente assetata di capri espiatori come voi, per cavalcare l'onda dei Mi piace e delle condivisioni del proprio articolo. Roba da TG4, solo nell'era dei social network ed in altre piattaforme. IO LEGGO CIO' CHE AVVIENE IN ITALIA DA BBC NEWS, e chissà perché lì prima di gridare al complotto aspettano un po' e s'aggiornano su quello che davvero è successo. Finitela di fare i pecoroni che hanno bisogno di castelli da bruciare con torce e forconi, quell'epoca dovrebbe essere finita. DOCUMENTATEVI. AGGIORNATEVI. BASTA GIORNALISMO DA PARRUCCHIERE.

    5. Roberto Diana

      bheeeeeeeee bheeeeeeeeeeeee, pecorella prego!

    6. Lorenzo Belmonte

      Minchia, la tua abilità argomentativa è disarmante, Diana.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends