LiberoReporter

Giornata Mondiale della Spirometria: un controllo potrebbe salvarvi la vita

Per informare e sensibilizzare la popolazione sulle malattie respiratorie, il 27 giugno si celebra la Giornata Mondiale della Spirometria, che a Roma vede un’iniziativa dedicata ai cittadini con la possibilità di sottoporsi gratuitamente ad una spirometria presso il gazebo installato nella galleria Alberto Sordi e ricevere informazioni e materiale informativo da medici pneumologi dell’AIMAR l’Associazione per lo Studio delle Malattie Respiratorie. La città diventa quindi capitale del respiro sano e degli eventi scientifici che mirano a comprendere anche il peso di fattori come l’inquinamento ambientale e quello domestico dovuto ad esempio al fumo di sigaretta. La spirometria è un esame semplice e poco invasivo che richiede di soffiare in un tubo collegato ad un computer e fornisce informazioni preziose sia sulla capacità respiratoria attuale che sul rischio di sviluppare malattie future, per questo è un esame che dovrebbe essere eseguito di routine specialmente in soggetti adulti fumatori e donne. Respirare è un atto involontario ma fondamentale della vita: calcolando 14 atti respiratori al minuto, facciamo 840 respiri ogni ora, 20mila al giorno e più di sette milioni l’anno. Un soggetto che viva in media 75 anni avrà al suo attivo circa 550 milioni di atti respiratori nella sua vita: dalla loro funzionalità dipende il benessere dell’intero organismo. eppure le malattie respiratorie sono in aumento.

Il gazebo e il congresso che si svolgerà contemporaneamente al Centro Congressi Palazzo Rospigliosi sono due iniziative indispensabili per evidenziare il peso sanitario e sociale che hanno le malattie respiratorie. Il miglioramento nella qualità delle tecniche diagnostiche e dell’assistenza terapeutica, la morbilità e la mortalità per patologie respiratorie croniche resta inaccettabilmente elevata. L’European Respiratory Society (ERS), consapevole di questa vera e propria “emergenza sanitaria”, negli ultimi anni ha varato la European Respiratory Roadmap, che rappresenta la linea guida che regola tutte le attività della società scientifica, e in cui sono contenute le principali priorità che ERS ha stabilito, nella prevenzione e cura delle malattie respiratorie. L’obiettivo principale dell’European Respiratory Day sarà quindi quello di sensibilizzare i medici e popolazione riguardo la prevenzione e la terapia delle malattie respiratorie, delineate per l’Europa nella Roadmap dell’European Respiratory Society.

Uno studio pubblicato in questi giorni sull’European Respiratory Journal avverte che lo screening precoce sui giovani fumatori con ostruzione delle vie aeree permetterebbe di ridurre il rischio di sviluppare stadi più severi della malattia.

Camilla Bernardini

Tagged with: , , ,
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends