LiberoReporter

Attentato dinamitardo Brindisi: gli attentatori hanno voluto colpire dei giovanissimi

La studentessa morta in seguito all’esplosione avvenuta alle 7,45 di stamani davanti all’Istituto professionale per la moda e il turismo ‘Morvillo Falcone’ di Brindisi aveva 16 anni.

La ragazza morta si chiamava Melissa Bassi.

Sedici sono anche gli anni della sua compagna, Ilaria C.,  che si trova in sala operatoria all’ospedale ‘Perrino’ di Brindisi e lotta con la morte per la grave ferita all’addome riportata in seguito alla deflagrazione dell’ordigno.

Altre sei  studentesse sono ferire e solo per due di loro i medici hanno riscontrato ferite di lieve entit. Per ora però, nessuna di loro è considerata in pericolo di vita

Le ferite sono per lo più quelle classiche provocate dallo scoppio di una bombola di gas ossia ustioni. Solo una delle ragazze sembra abbia riportato anche  delle fratture e danni agli arti inferiori.

Le due ragazze, quella morta e quella in pericolo di vita, erano tra quelle che si trovavano più vicine all’ordigno esploso.

Un tragico destino le ha accomunate nella nascita e nella morte, entrambi infatti, sono nate a Mesagne, nel brindisino.

L’istituto ‘Morvillo Falcone’  è infatti frequentato prevalentemente da studenti provenienti dalla provincia.

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends