LiberoReporter

Preparativi per l’esodo della Grecia dall’eurozona

Improvvisamente questa mattina una strana agitazione pervadeva la politica dell’eurozona e i mercati finanziari. Il parlamento di Atene verrà sciolto entro le prossime 48 ore per permettere la convocazione di nuove elezioni il 17 giugno. Intanto i sondaggi prevedono che anche il prossimo parlamento sarà frammentato,  ancora una volta Nuova Democrazia viene indicato come primo partito ma con uno scarto ridotto rispetto alla sinistra radicale Syriza. Tutto lascia pensare che  comunque non ci sarà la maggioranza necessaria per formare il governo nemmeno questa volta. In un’ intervista al quotidiano belga De Standaard, il commissario europeo al Commercio, Karel De Gucht ha detto che ” La fine della partita e’ cominciata e non so come andrà a finire. Un anno e mezzo fa ci poteva essere il pericolo di un effetto domino, ma oggi ci sono, all’ interno sia della Bce che della Commissione europea, servizi che stanno lavorando su scenari d’ emergenza nel caso la Grecia non ce la faccia” ma immediatamente arriva la smentita da parte della Commissione europea che ha sottolineato l’inesistenza di piano d’ emergenza nel caso in cui la Grecia esca dall’ euro. Intanto la cancelliera tedesca Angela Merkel ha telefonato al presidente greco, Karolos Papoulias, ribadendo la posizione di Berlino e dell’UE che “attendono le nuove elezioni e sperano di vedere un nuovo governo funzionante”.

Oggi il Times di Londra ha rivelato  che l’azienda britannica De La Rue, che produce banconote per oltre 150 paesi del mondo, si sta preparando per un potenziale ritorno della dracma e ha già predisposto il proprio staff nel caso in cui la Grecia dovesse uscire dall’ euro e ritornare alla vecchia divisa.

I popoli scelgono la libertà di esistere e non i mercati finanziari, nè tantomeno i supergoverni occulti  Questo accadrà anche per la Spagna e l’Italia, l’effetto domino ci sarà eccome, i nodi verranno al pettine, ma non sarà la fine del mondo, forse sarà l’inizio di una nuova era, dove al centro degli interessi dovrà esserci l’essere umano, la libertà e la democrazia.

 

 

 

 

loading...
1 COMMENT
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends