LiberoReporter

America’s Cup. Napoli: ieri primo successo di Luna Rossa

Ieri il catamarano di Luna Rossa ha conquistato la sua prima vittoria.

Giovedì scorso nella seconda giornata dell’AC World Series nelle acque davanti al lungomare di Napoli si sono svolti i primi tre Match Race ossia le gare che vedono i catamarani affrontarsi uno contro uno e tutti in contemporanea.

Nel Golfo di Napoli,  nella seconda giornata di gare, splendeva un bel sole e le condizioni erano ottimali per gareggiare, il vento spirava da sud-ovest ad una velocità di 10 nodi.

Quelle che si disputano a Napoli sono gare delle World Series valide per la qualificazione della Coppa America e si stanno disputando
dall’11 al 15 aprile nel Golfo del capoluogo partenopero.

A Napoli sono presenti 7 team per un totale di 9 equipaggi che gareggiano a bordo dei catamarani AC45.

A confrontarsi sono Luna Rossa, ITA, con due barche, skipper Max Sirena, Artemis Racing, SWE, skipper Terry Hutchinson, China Team, CHN, Skipper Fred Le Pautrec, Emirates Team New Zealand, NZL, skipper Dean Barker, Energy Team, FRA, skipper Loick Peyron, ORACLE Racing, USA, due barche, skipper Jimmy Spithill e Darren Bundock e Team Korea, KOR, skipper Nathan Outteridge.

Ieri ha vinto l’imbarcazione italiana al cui timone vi era Chris Draper. Il suo catamarano, Luna Rossa Piranha, ha battuto quello del Team Korea.

Anche se partiti in vantaggio i coreani sono poi stati rimontati dal team che veste Prada e che alla fine ha fatto suo il Match Race.

 

 

 

 

 

 

 

Gli altri  due Match Race sono stati vinti uno dagli svedesi di Artemis Racing a danno di China Team e l’altro da Oracle Racing  Bundock a danno di Oracle Racing Spithill, il loro è stato un vero e proprio derby.

Si vede che agli svedesi di Artemis la sostituzione dell’ala rigida andata danneggiata irreparabilmente il giorno prima ha giovato.

Mercoledì il catamarano svedese aveva ‘scuffiato’ capovolgendosi quando mancava un solo giro all’arrivo della prima regata di flotta. Ieri nel corso dei match race sul loro catamara no primeggiava la nuova ala rigida che rispetto alla precedente sostituita, non mostrava più sulla sommità al centro l’effige della bandiera svedese, ora ridimensionata di lato.

Come sempre le gare sono state seguite dal lungomare da migliaia di curiosi e appassionati.

Dal mare si vedeva una gran folla che faceva sentire il proprio tifo, ovviamente per Luna Rossa che praticamente gioca in casa.

Sempre giovedì i catamarani hanno gareggiato ancora nelle regate di flotta come era stato per mercoledì.

Nelle acque di fronte a via Caracciolo di Napoli erano infatti previsti 3 ‘duelli’ seguiti poi, da 2 regate di flotta.

Emirates Team New Zealand ha dominato la prima regata di flotta con il tempo di 37 minuti e 9 secondi.

Il secondo posto è andato a Luna Rossa Piranha, giunta distanziata di 2’27” dai neozelandesi. L’imbarcazione italiana è riuscita in extremis a superare nel finale quella degli svedesi di Artemis Racing giunti solo terzi a 2’33” di distacco. Quarta Oracle Bundock a 2’45”. Quinta  è giunta l’imbarcazione del Team Korea a 3’03’ e solo sesto a 3’13” il catamarano di Luna Rossa Swordfish comandato dallo skipper Max Sirena che dopo un lungo testa a testa con l’imbarcazione coreana battuta ha subito poi, anche la rimonta degli altri catamarani.

L’Oracle di James Spithill è giunto solo settimo a 3’35.

Mentre il Team Energy è giunto ottavo al traguardo a 4’03” di distacco, ultimo è stato China team a 4’20”.

Gli equipaggi si sono impegnati in una gara entusiasmante.

Il catamarano neozelandese comandato dallo skipper Dean Barker è tornato a vincere  resistendo almeno per metà gara all’assalto del Team Korea, giunto poi quinto davanti a Luna Rossa Swordfish.

La classifica della regata: 1) Emirates New Zealand; 2) Luna Rossa Piranha a 2’27”; 3) Artemis 2’33”; 4) Oracle Bundock 2’45; 5) Team Korea 3’03”; 6) Luna Rossa Swordfish 3’13; 7) Oracle Spithill 3’35; 8) Energy Team 4’03”; 9) China Team 4’20”.

Il catamarano di Emirates Team New Zealand ha poi, vinto anche la seconda regata di flotta.

I neozelandesi nella seconda gara hanno addirittura migliorato il tempo. Il cronometro  è stato fermato a 30 minuti e 50 secondi, precedendo di poco Luna Rossa Swordfish dello skipper Max Sirena, seconda solo a 45 secondi di distacco. Il Terzo posto è andato all’altra imbarcazione di Luna Rossa Piranha di James Spithill con 1’16” di ritardo. La quarta posizione è stata di Oracle Spitihll a 1’57”, seguito da Energy Team a 2’31”. Team Korea solo sesto a 2’44’, davanti però ad Artemis, settimo a 3’29, ed a Oracle Bundock ottavo a 3’37”.  Ultimo  ancora China Team a 3’49”.

A questo punto Emirates Team New Zealand guida la classifica provvisoria dell’America’s Cup World Series di Napoli dopo le prime quattro
regate di flotta disputate nelle prime due giornate di gara.

Fleet Racing Championship –    Classifica provvisoria dopo quattro prove

1. Emirates Team New Zealand (Dean Barker), pt.  38

2. ORACLE Racing – Spithill (James Spithill), pt. 29

3. Luna Rossa – Piranha (Chris Draper), pt.  27

4. Team Korea (Nathan Outteridge), pt. 27

5. Energy Team (Yann Guichard), pt. 25

6. Luna Rossa – Swordfish (Paul Campbell-James), pt. 24

7. ORACLE  Racing – Bundock (Darren Bundock), pt. 16

8. Artemis  Racing (Terry Hutchinson), pt. 12

9. China Team (Fred  Le Peutrec), pt. 4

Al termine delle due regate di flotta ufficiali il presidente del Comitato di Regata, John Craig, ha   deciso di recuperare
quella non effettuata mercoledì scorso a causa delle avverse condizioni meteo.
I risultati acquisiti verranno però, utilizzati solo nel caso in cui domenica, per  qualsiasi motivo, non si riuscisse a regatare.  Per la cronaca l’ha vinta Luna Rossa.

Ferdinando Pelliccia

Encatena - Your content marketing platform
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends