LiberoReporter

Afragola (NA): immagine due marò esposte dal balcone casa comunale

Dal 4 aprile scorso anche il Comune di Afragola nel napoletano ha aderito all’iniziativa  ‘Salviamo i nostri Marò’.

Due drappi su cui campeggiano riprodotte le immagini dei due militari italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, detenuti in India e la scritta  ‘Salviamo i Nostri Marò’ sventolano dal balcone del Palazzo Comunale in Piazza Municipio.

L’iniziativa è stata adottata su decisione del Consiglio Comunale in segno di solidarietà ai due fanti di marina ed ha anche lo scopo di tenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica sulla vicenda e creare  un movimento che spinga il governo indiano ad accogliere le istanze dall’Italia.

Analoga iniziativa a quella della Giunta comunale afragolese è stata adottata anche da numerose altre amministrazioni in tutta Italia.

Mentre un fiocco giallo è stato preso da molti a simbolo di solidarietà e di attesa per un rapido ritorno a casa in patria  dei due militari del Reggimento San Marco detenuti in India.

Tutte queste iniziative vogliono in qualche modo supportare ogni azione che serva a porre fine alla vicenda che vede coinvolti loro malgrado i due sottoufficiali di marina, Latorre e Girone.  Una vicenda che li vede accusati di aver ucciso il 15 febbraio scorso in mare due pescatori indiani perché scambiati per pirati. Per questo motivo i due marò da allora sono detenuti nello stato federale indiano del Kerala con l’accusa
di duplice omicidio.

L’incidente ha coinvolto oltre ai 2 militari altri 4 commilitoni e l’equipaggio della nave italiana, MV Enrica Lexie della società di navigazione F.lli D’Amato di Napoli. Questi ora sono a bordo della nave italiana bloccati nel porto di Kochi nell’India meridionale.

Massimiliano Latorre, Salvatore Girone, Renato Volgina, Antonio Fontana, Alessandro Conte e Massimo Andronico facevano tutti parte di un Nucleo Militare di Protezione, NMP. Team di sicurezza che secondo una legge italiana, la 130 del 2011, sono a bordo delle navi italiane come protezione delle stesse dagli assalti dei pirati.

Ferdinando Pelliccia

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends