LiberoReporter

Emergenza nave Concordia: nota della struttura commissariale

Anche oggi i tecnici delle società Smit Salvage e Neri hanno portato avanti le attività legate alla fase di “caretaking” finalizzate al recupero dal fondale dei materiali e degli oggetti usciti dalla nave Costa Concordia. È prevista per domani mattina la partenza alla volta di Talamone del motopontone Marzocco, con a bordo il carico recuperato nei giorni scorsi. Già in giornata farà poi ritorno sull’isola, per essere subito disponibile a ricevere altro materiale.
Nel corso della giornata, come avviene quotidianamente, il personale della Capitaneria di Porto ha verificato il corretto posizionamento delle panne antinquinamento e di quelle assorbenti. È proseguita, inoltre, l’ordinaria attività di vigilanza e assistenza in mare, condotta dalle unità navali dalle forze dell’ordine nello specchio d’acqua circostante la Costa Concordia. Il personale subacqueo della Polizia di Stato e della Capitaneria di Porto ha monitorato i marker posizionati a prua e a poppa dello scafo, utili a registrare i movimenti della nave.
Non risultano, infine, anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends