LiberoReporter

Il candido malizioso: L’irresistibile ascesa dei minchioni




L’irresistibile ascesa dei minchioni

L’uomo è nato libero, ma ovunque è in catene.
(Jean-Jacques Rousseau – Il contratto sociale, 1762 -)

Dopo l’indecente spettacolo allo stadio Marassi di Genova di domenica scorsa, la giustizia ordinaria ha sentenziato: fuori dagli stadi per 5 anni, ma nessun arresto.
Per la giustizia sportiva il campo del Genoa sarà squalificato per due turni.
Mentre le famiglie fuggivano dallo stadio, emblema del disastro del nostro calcio, la polizia guardava impotente (ma “ha agito bene” dice la ministro Cancellieri). Erano stati lanciati oggetti esplosivi, perpetrate violenze, lesioni, e minacciati i calciatori con frasi tipo: “Toglietevi la maglia altrimenti non uscite di qui”, “Ti taglio la gola” eccetera. Questi energumeni ‘tifosi’ bloccavano la partita per condurla a modo loro. Nessun arresto, ad oggi, perché manca una foto, un’immagine che congeli gli autori dei reati attraverso la cosiddetta ‘flagranza differita’ (tempo massimo 36 ore).
L’uomo è nato libero, quasi mai è in catene, ma spesso è minchione.
Danilo Stefani

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends