LiberoReporter

Sabaudia. Cadavere nel lago: colpi d’arma da fuoco sul corpo

La ferita trovata sulla testa del cadavere potrebbe essere un colpo d’arma da fuoco. Da un primo esame esterno effettuato dal medico legale arrivato sul luogo del ritrovamento (vicino alla darsena dei canottieri della Guardia di Finanza), pare che il corpo si trovasse in acqua da 5 o 6 giorni. Non è ancora chiaro se si tratti di un omicidio o di un suicidio: si indaga in entrambe le direzioni. L’autopsia potrebbe essere effettuata già domani dai medici del team dell’università di Tor Vergata. Intanto trapelano nuove indiscrezioni sull’identità dell’uomo, che quando è stato trovato era privo di documenti: si tratterebbe di un italiano tra i 50 e i 55 anni, quasi certamente un italiano, forse di San Felice Circeo. Non risulterebbero denunce di scomparsa. Il cadavere aveva addosso camicia, jeans e scarpe. Piombi da sub, collegati tra loro, attaccati al collo e al petto dell’uomo, mentre le gambe sembra fossero legate con un cordino.

(AGENPARL)

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends