LiberoReporter

Siria. Croce Rossa media evacuazione feriti da Homs. Nuovi scontri oggi in varie città

Ieri, per la prima volta in assoluto, la Croce Rossa è riuscita ad entrare nel quartiere di Bab Amro, il più bersagliato della città di Homs da parte delle forze siriane fedeli al presidente Bashar al Assad, ed ha evacuato parecchi feriti.
Oggi, i rappresentanti del comitato internazionale, hanno ripreso i negoziati con le autorità siriane, per cercare ancora di poter ottenere l’accesso in città per recuperare altri feriti.
Ma la situazione è molto complessa: sono in tanti gli uomini feriti che hanno deciso di non essere portati al di fuori del quartiere, per paura di essere arrestati dai siriani dopo il loro ingresso nelle strutture mediche che dovrebbero curarli. E in effetti questa paura non è immotivata: è già successo che parecchi manifestanti siano stati prelevati con forza dagli ospedali e portati nelle carceri del regime. La Croce Rossa sta mediando anche per riuscire a evacuare i due giornalisti, Edith Bouvier  e Paul Conroy rimasti feriti nel bombardamento del media center (la Bouvier è quella in condizioni più gravi e potrebbe essere a rischio la sua vita), dove invece sono morti Marie Colvin e Remi Ochlik, le cui salme sono ancora da recuperare. Dopo 21 giorni di martellamento continuo dei mortai e il cannoneggiamento dei carri armati, finalmente con l’accesso concesso ieri, si è leggermente allentata la morsa dell’assedio voluto dal regime siriano di Assad. Ma nelle altre città fronte di scontri, Aleppo, Idlib, e Damasco, nella giornata di ieri, sono morte almeno 50 persone. Le ultime notizie che arrivano dal paese, raccontano di nuovi scontri in varie città della Siria e nella sola mattinata di oggi si contano almeno 25 vittime.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends