LiberoReporter

Siria: Homs nuovo pesante bombardamento: 11 morti

Sono undici le vittime confermate al momento, riguardo il nuovo bombardamento che ha colpito, già dalle prime ore del mattino, la città di Homs, in Siria. Il quartiere di Bab Amro è il più bersagliato dalle forze fedeli al regime del presidente siriano Bashar al Assad e tra le vittime civili ci sarebbero anche dei bambini. L’intensificazione degli attacchi attraverso colpi di mortaio e cannoneggiamento, sta per aprire la strada ai fanti delle esercito dei lealisti di Assad: dalle notizia di ieri infatti, nella zona sarebbero arrivati numerosi soldati dei reparti di fanteria, che si preparerebbero ad entrare in città, con l’unico obbiettivo di sedare nel sangue la rivolta.

Nonostante l’appello della Croce Rossa, che chiedeva il cessate il fuoco per aprire un corridoio umanitario per soccorrere la popolazione civile, stremata e nella morsa delle bombe del regime, Assad ha risposto intensificando gli attacchi.
Assad ha dichiarato con fermezza quasi quotidianamente che dietro l’escalation delle proteste, ci sarebbero i Fratelli Musulmani, che fomentano i disordini, per poi addebitare le colpe alle truppe siriane che difendono gli interessi e l’integrità del paese.
Di contro, i militari che hanno disertato dalle file regolari e che si sono uniti agli oppositori, attraverso uno di loro, il maggiore Mustafa al-Sheikh, intervistato dal giornale libanese “al-Hayat”, hanno fatto sapere che non esiste alcun legame degli oppositori con i Fratelli Musulmani e che l’elemento di coagulazione delle forze di opposizione e dei soldati disertori, è la volontà di vedere cessare la repressione attuata dal presidente siriano e la sua cacciata dal paese. Sempre secondo il maggiore, l’esercito si starebbe lentamente sfaldando, prove ne sono le notizie di defezioni di ufficiali, che non rispondono più al comando siriano: un processo lento ma inesorabile, secondo al-Sheikh, che potrebbe portare grosse novità a breve, sugli equilibri interni del paese.

Intanto continua il martellamento della città di Homs: una città stremata e senza più generi di prima necessità, cannoneggiata incessantemente.

Encatena - Your content marketing platform
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends