LiberoReporter

Un imprenditore napoletano invita i colleghi a pagare il pizzo perche’ lo Stato lo ha lasciato solo

“Non possiamo negare che l’appello dell’imprenditore napoletano lasciato solo dallo Stato dopo aver denunciato episodi di racket, ci abbia lasciati attoniti. Indecisi sul fatto se fosse il caso di assumere una posizione su un’affermazione evidentemente provocatoria ma carica di dolore e di amara realtà ”.

Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, interviene sulla notizia battuta dalle agenzie secondo la quale l’imprenditore napoletano Davide Imberbe avrebbe “consigliato” ai suoi colleghi di pagare il pizzo poiché, lui pur avendo denunciato, è rimasto solo, abbandonato dallo Stato. “Cogliamo tutta l’amarezza dell’imprenditore e la facciamo nostra nella parte che denuncia la solitudine di chi in questo Paese rispetta le regole – sottolinea il Segretario Generale – certo invitiamo Imberbe a non cedere alle lusinghe della malavita e a continuare la sua battaglia per la legalità opponendosi con forza a chi chiede il pizzo. Però – continua Franco Maccari – sarebbe avere i prosciutti sugli occhi non ammettere che purtroppo l’antistato trova gioco facile nelle debolezze di un sistema che non garantisce legalità”.

“Quando diciamo – sottolinea il Segretario Generale del Coisp – che le nostre auto non hanno benzina, che i nostri uomini sono pochi e le nostre risorse scarse, non lo facciamo per rivendicare delle istanze fini a se stesse. Non lo diciamo perché con le auto di servizio dobbiamo andare alle feste. Lo diciamo perché, stando sulla strada a contatto con la gente, ci rendiamo conto del disagio che si vive quando si ha la consapevolezza di stare in una società che non è sicura perché gli apparati che dovrebbero dare sicurezza sono resi deboli da decisioni incomprensibili”.  “Noi ci auguriamo che l’imprenditore napoletano trovi ancora la forza di combattere – conclude il Segretario Generale del Coisp – ma la sua amara provocazione è anche la nostra e chiediamo che non resti inascoltata, che ai proclami ed alle parole segua la concretezza dei fatti.”

Tagged with: , , ,
loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends