LiberoReporter

Concordia – Giglio: recuperati i 5 corpi. Gip concede domiciliari a Schettino

Il comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino

Sono stati recuperati dagli uomini della Guardia Costiera, dei Vigili del fuoco e della Marina Militare, i corpi delle altre 5 vittime, avvistate questa mattina sulla nave. Grazie ai varchi aperti con l’esplosivo, cariche di piccola entità, ma sufficienti per rimuovere tutto ciò che impediva l’accesso a poppa della Costa Concordia, è stata possibile l’individuazione dei copri e il successivo recupero. Sale a 11 il numero delle vittime della tragedia della Costa Concordia: ora i dispersi sarebbero 22, in quanto uno dei passeggeri tedeschi, è stato rintracciato in Germania.
Arresti domiciliari per Francesco Schettino, il comandante della Costa Concordia, che era al timone dell’imbarcazione, quando la grande nave italiana è finita sugli scogli dell’Isola del Giglio: secondo il gip Valeria Montesarchio, non si riscontra il pericolo di fuga. A riferirlo è stato l’avvocato di Schettino, Bruno Leporatti, che ha precisato che il suo cliente sarà ai domiciliari nella sua casa di Sorrento. Il comandante è stato sottoposto ai test tossicologici per capire se avesse assunto droghe o alcol, mentre era in servizio sulla Costa Concordia.
Schettino ha dichiarato di aver fatto tutto quello che era nelle sue competenze, in quei momenti tragici, tra le quali quella di non abbandonare la nave. Così non risulta, però, dalle telefonate intercorse tra il comandante della Capitaneria di Porto di Livorno e lo stesso Schettino, che si trovava già sbarcato, quando ancora c’erano, come lui stesso ha dichiarato nella seconda telefonata ricevuta dopo l’una di notte, centinaia di persone a bordo da salvare.

La due telefonate tra la Capitaneria di Porto, Livorno, Comandante De Falco e il Comandante della Costa Concordia, Schettino.

(questo secondo video è stato pubblicato in esclusiva dal Corriere Fiorentino)

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends