LiberoReporter

Sciopero Tir: danno incalcolabile per agricoltura siciliana

Un'immagine della protesta "Movimento dei Forconi" - foto: © di raitanom/youreporter

In una nota di Coldiretti si legge: “Tonnellate di frutta e verdura siciliane stanno marcendo perchè non riescono a raggiungere gli scaffali dei negozi che a causa del blocco sono sempre più vuoti con gravi disagi per i consumatori e danni per milioni di euro ai produttori. In un momento economico già difficile ai danni immediati  si sommano quelli futuri perchè ci sono accordi commerciali che rischiano di saltare per la mancata consegna, a vantaggio delle importazioni. Bisogna trovare un soluzione che nell’ambito delle reali possibilità garantisca lo svolgimento del lavoro”.

Il riferimento è  agli effetti disastrosi per l’economia siciliana che sta provocando lo sciopero dei Tir in Sicilia. Uno sciopero contro il caro benzina che andrà avanti fino a venerdì prossimo.

Nell’isola centinaia di mezzi pesanti sono fermi all’interno del porto di Palermo.

L’aumento dei costi del carburante è purtroppo un problema che investe pesantemente il settore agricolo in Italia. Un settore che purtroppo, è già vittima dal crollo della redditività delle produzioni, dall’aumento della pressione fiscale, specie nel Mezzogiorno e dall’assenza di politiche a sostegno della crescita e dello sviluppo.

“La protesta e il blocco degli autotrasportatori in Sicilia hanno messo in ginocchio l’intera economia agricola dell’Isola, con danni al settore valutabili in milioni di euro”. Lo afferma la Confederazione italiana agricoltori (Cia).

Per la Cia la protesta, pur essendo comprensibile, non può essere condivisa, in quanto danneggia ulteriormente le condizioni economiche degli agricoltori, costretti a far marcire o buttare i propri prodotti, con conseguenti ingenti danni.

 

 

 

 

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends