LiberoReporter

Legge 40. Dopo 8 anni di sentenze anche il Parlamento faccia la sua parte

La Corte Costituzionale si pronuncerà a breve sulla costituzionalità del divieto di fecondazione eterologa presente nella legge 40, grazie a un ricorso giurisdizionale che una coppia ha voluto intraprendere con e tramite l’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica. Dopo 8 anni che le coppie sono costrette a ricorrere ai tribunali per vedersi riconosciuto il diritto alla salute scritto nella Costituzione e negato dalla legge e’ giunto iI momento che il legislatore faccia il suo dovere: una legge fatta per I cittadini con problemi di fertilità e per i medici e i centri che la devono applicare. Per questo con i senatori Emma Bonino e Marco Perduca, la senatrice Radicale Donatella Poretti, segretario della commissione Sanità del Senato, ha depositato due disegni di legge che prevedono sia la preservazione della fertilità che una normativa per la donazione di gameti ed embrioni nelle tecniche di fecondazione eterologa realizzati dall’Associazione Coscioni con la collaborazione di esperti del settore.

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends