LiberoReporter

Equitalia: minacce continuano. Due plichi intimidatori a Roma e Ischia (NA)




Equitalia è sempre sotto il tiro degli intimidatori.

E’ ormai un mese che si moltiplicano i plichi e i pacchi contenenti minacce e veri e propri ordigni, recapitati in varie parti d’Italia, dove il concessionario per la riscossione dei tributi ha le filiali. Oggi è toccato nuovamente a Roma, Lungotevere Flaminio, che già il mese scorso era stato teatro di una intimidazione. La busta recapitata conteneva della polvere pirica e un cordino che simboleggiava una rudimentale miccia per innescare il presunto ordigno. Quando gli artificieri della polizia sono arrivati sul luogo, hanno aperto e ispezionato il plico, che mancava però di innesco e che quindi non sarebbe mai potuto esplodere. La busta non aveva in particolare un destinatario specifico ma soltanto la dicitura Equitalia; il plico  non conteneva alcuna rivendicazione. Anche a Ischia (NA) è stato intercettato dal portalettere, che smistava la posta nell’ufficio postale dell’isola in località San Francesco di Forio, un plico sospetto indirizzato a Equtalia di Casamicciola. Dopo il sequestro della lettera da parte della polizia, per accertare la natura della polvere azzurra che fuoriusciva dalla missiva, il postino è stato per precauzione portato all’ospedale dell’isola: è stato dimesso dopo gli accertamenti che sono risultati negativi. Pare che anche in questo caso la busta non potesse esplodere o provocare problemi per inalazione o al contatto con il corpo, in quanto, dalle prime indagini svolte dagli inquirenti, si tratterebbe di un semplice colorante.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends