LiberoReporter

Percepiscono illecitamente finanziamenti EU e finiscono in manette

Il Nucleo Antifrodi Carabinieri di Salerno, unitamente ai militari del Comando Provinciale di Reggio Calabria, ha dato esecuzione al Decreto di sequestro preventivo per equivalente ex. art. 321 C.p.p., di conti correnti, fondi d’investimento, depositi titoli, prodotti assicurativi, beni immobili (adibiti ad uffici, in Reggio Calabria) e “titoli di quote produttive” nei settori “oleario” e “seminativi”. Il provvedimento cautelare è stato emesso d’urgenza dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria conseguente alla denuncia operata dal NAC di Salerno e dai CC di Reggio Calabria nei confronti di quindici soggetti tra cui produttori agricoli dei settori “oleario” e “seminativi” ed operatori di Centri di Assistenza Agricola (C.A.A.) della provincia di Reggio Calabria. Gli indagati sono ritenuti responsabili dei reati di associazione per delinquere (ex art. 416 C.p.), frode informatica (ex art. 640 ter) e truffa ai danni dell’Unione Europea (ex art 640 bis C.p.), per aver percepito illecitamente finanziamenti comunitari del Fondo Europeo Agricolo di Garanzia (FEAGA) per un valore complessivo di 1.125.000 euro.
loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends