LiberoReporter

Pirateria marittima: anche una nave da guerra cinese scorta un cargo del PAM





Una nave da guerra cinese, la ‘Ma`anshan’ ha in questi giorni compiuto una missione di scorta ad un cargo che trasportava un carico di 5.900 tonnellate di aiuti alimentari del PAM. Si trattava della ‘MV SOGNO’ che ha raggiunto sana e salva la sua destinazione in Somalia. Il mercantile, che trasportava granturco e olio, dopo aver scaricato parte del suo carico nel porto della città di Berbera, nella Repubblica del Somaliland, ha poi, proseguito il suo viaggio attraverso il Golfo di Aden protetto dall’unità navale militare cinese. Si tratta di una delle tre navi da guerra che la Marina Militare cinese ha inviato nel mare del Corno D’Africa per pattugliare la rotta commerciale che corre lungo le coste somale. Una missione indipendente che opera nel ‘mare dei pirati’ per proteggere soprattutto le navi mercantili cinesi dai pirati somali. Questo però, non impedisce che a volte vi sia una collaborazione con le navi da guerra della EU NAVFOR Somalia operazione ‘ATALANTA’. Una missione di contrasto alla pirateria marittima i cui compiti principali sono di scortare le navi mercantili che trasportano aiuti umanitari del Programma alimentare mondiale, PAM, e le navi della missione di Pace dell`Unione africana in Somalia, Amisom. Ovviamente questo compito si allarga anche alla protezione degli altri mercantili che attraversano il Golfo di Aden e l`Oceano Indiano. La missione navale EU NAVFOR oltre a dissuadere e distruggere la pirateria marittima controlla anche l`attività di pesca al largo delle coste della Somalia. L’esperienza di scorta delle navi mercantili che trasportano aiuti del PAM condivisa con navi da guerra non europee è ormai consolidata ed è scaturita da una reciproca fiducia e dallo scambio quotidiano di informazioni tra le diverse Marine Militari che operano nelle acque del Corno D’Africa. Ed è proprio il coordinamento tra le varie flotte militari operanti nell`Oceano Indiano di fondamentale importanza al fine di aumentare l`efficacia complessiva delle forze navali dislocate in versione antipirateria marittima.. Per la ‘Ma`anshan’ questa è stata la seconda volta. La nave da guerra cinese aveva già assolto, lo scorso mese di marzo, un’identica missione di scorta in collaborazione con EU NAVFOR. Con la minaccia della carestia nel Corno d`Africa, dopo due anni di siccità, la consegna degli aiuti alimentari è essenziale ed è proprio grazie alla presenza continua di navi da guerra che essa viene garantita.

(in foto: La nave da guerra cinese, ‘Ma`anshan’ – © EUNAVFOR

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends