LiberoReporter

I MIRACOLI DI SAN BOFONCHIONE


No global, pacifisti, girotondini, leonkavallini, tutti insieme appassionatamente a fare la guerra contro Israele.
Da oggi la guerra è bella, senza se e senza ma, tanto pagano gli autonomi e i professionisti.
D’improvviso. I miracoli, si sa, arrivano d’improvviso. E il nostro San Bofonchione non si è smentito neppure ad agosto, trasformando in un sol colpo le anime belle in guerrafondai. Perché tutto sommato è facile, per un Cristo qualsiasi, redimere un peccatore alla volta, ma qui il colpo è riuscito su alcune centinaia di migliaia di anime, praticamente in mondovisione.
E bravo il nostro Bofonchione !
Con l’ausilio dell’apostolo Massimo da Gallipoli, erede diretto di San Nicola da Bari – non “di” Bari, si badi – inventore di Santa Klaus e Babbo Natale, San Bofonchione trova il modo per fare la guerra ad Israele, mandando soldati a presidiare un territorio senza, ovviamente, smilitarizzare hezbollah. Già che c’è ha una buona occasione per ridurre il contingente italiano in Afghanistan, perché mai e poi mai tirare una schioppettata a un talebano di al-quaeda.
E mentre gli apodittici della sharia gridano “Israele Nazista” – Gesùgesù che confusione sotto il cielo – San Bofonchione richiama in Italia tutti gli islamici che possono traghettare, con la super-esca della cittadinanza a breve termine, salvo farne annegare qualcuno per scarsa assistenza. Ma si sa, sono tanti, cinquanta più o cinquanta meno non cambia un gran che.
Brava gente, peraltro, capace di difendere un padre che sgozza la figlia come fanno i membri della comunità pachistana di Brescia.
San Bofonchione ci manda in guerra, ovviamente dalla parte sbagliata, ma lui, si sa, è un santo e gli basta aver portato a casa il miracolo della conversione di massa.
E se non abbiamo i soldi per sostenere la missione ? San Bofonchione non si preoccupa, sorride con il suo faccione e libera Nosferatu e qualche tagliagole a succhiare il sangue dei piccoli imprenditori, dei professionisti, dei lavoratori autonomi. Bersagli facili e nemici della fede, la sua fede.
Perché gli altri, quelli grossi grossi, San Bofonchione li ha dalla sua parte, reggono moccoli televisivi e ceri di carta stampata (opportunamente soggetti a pubblica contribuzione), elevano cattedrali in forma di IperCoop, raddoppiano i conti correnti (e le spese) a chi deve separare il conto professionale da quello personale, vendono più auto e pagano meno il personale (e le tasse), offrono soluzioni per il credito agevolato, moltiplicando i debiti degli italiani poveri.
Tutti in marcia, a fianco di Hezbollah, contro l’unica democrazia del medio oriente, contro quella gente che quando la vedi in TV ti sembra nostra gente.
A fianco di Diliberto,Pecoraio Scanio, Canarini e Agnolotto. Pardòn, Pecoraro Casarini e Agnoletto.
Che volete, anche il correttore automatico del mio PC si ribella davanti a certi nomi.

by [b]BORZ[/b]

loading...

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends