LiberoReporter

Faccia a faccia Conte-Macron: sul tavolo Tav, rapporti tra i due paesi e la dottrina Mitterrand


Si dice notevolmente soddisfatto il premier italiano Giuseppe Conte, del faccia a faccia avuto con il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron, in un hotel dell’Ilot Sacré, dove il presidente del consiglio italiano e il capo dell’Eliseo, sono ospiti nella capitale belga Bruxelles. Conte ha dichiarato che si è parlato in generale dei rapporti tra i due paesi, dopo il forte conflitto delle scorse settimane, che aveva portato la Francia a richiamare in patria l’ambasciatore transalpino di Roma e ovviamente di Tav. I due hanno aperto la strada ad un confronto in merito, delegando i rispettivi ministri per competenza, per analizzare insieme costi e benefici dell’opera della linea ad alta velocità Torino-Lione.

I terroristi italiani e la Dottrina Mitterrand
Altro tema che sta a cuore al governo italiano è il rientro in Italia di tutti quei terroristi che hanno trovato rifugio e che sono ancora latitanti in territorio francese. Conte ha chiesto a Macron di superare la ormai triste e famosa “Dottrina Mitterrand”, che negli anni ha protetto tutta una serie di estremisti e terroristi del bel paese, senza mai concedere l’estradizione per i crimini commessi in Italia. Macron avrebbe comunicato al nostro premier che incaricherà il ministro della Giustizia francese di mettersi in contatto con l’omologo italiano, anche in questo caso per valutare che possibilità di manovra ci siano in tal senso.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends