LiberoReporter

Nave Jonio: indagato per favoreggiamento immigrazione clandestina comandante Marrone

La Procura di Agrigento ha iscritto nel libro degli indagati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina il comandante della Nave Jonio Pietro Marrone. L’imbarcazione di Mediterranea al cui comando si trovava Marrone, nella notte tra lunedì e martedì, non si è fermato all’alt imposto dalla Guardia di Finanza, mentre stava attraversando la parte di mare italiana, con 49 immigrati a bordo. Intanto il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, ha convalidato il sequestro probatorio della nave.

Il caso
L’imbarcazione della Ong Mediterranea Saving Humans, la Mare Jonio, quando è intervenuta per salvare i migranti, era più vicina alle coste della Libia e della Tunisia (più o meno equidistanti) ma ha fatto rotta verso le coste italiane, facendo un tragitto con gli immigrati, a bordo, più lungo ed evitabile. Quando sono entrati nella acque italiane, non si sono fermati allo stop imposto per ben due volte dalla nostra Guardia di Finanza e hanno proseguito in direzione Lampedusa, dove sono poi stati fatti sbarcare i 49 emigrati, ma la nave è stata posta sotto sequestro, per non aver ottemperato all’alt e per immigrazione clandestina. Per questo motivo ora il Comandante è indagato, mentre l’armatore e l’intero equipaggio saranno interrogati, così anche alcuni dei migranti.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends