LiberoReporter

Meteo: 3bmeteo, tempo in peggioramento dopo il 1° aprile

TENDENZA METEO, 2-5 APRILE FASE INSTABILE SULL’ITALIA PER UNA SACCATURA DAL NORD EUROPA. Giungono continue conferme dai modelli matematici che confermano una tendenza decisamente più dinamica per la prossima settimana, con particolare riferimento al periodo 2-5 aprile. Una vasta saccatura colma di aria fredda di estrazione artica, dovrebbe affondare il colpo dall’Europa settentrionale verso quella centrale, smantellando entro metà settimana il vasto anticiclone in rimonta in questi giorni, la cui roccaforte sarà costretta ad arretrare sull’Atlantico. Questa dovrebbe poi agilmente sprofondare anche sul Mediterraneo, originando un’area di bassa pressione. Il seguito rimane ancora un’incognita, poiché le sorti del tempo sull’Italia dipenderanno dalla traiettoria e dalla posizione che la saccatura in questione deciderà di seguire.

PREVISIONI METEO, ULTIMI AGGIORNAMENTI. Il tempo sull’Italia inizierà gradualmente a peggiorare nel corso del 2 aprile, dopo un lunedì 1 aprile sostanzialmente stabile ovunque. Le avvisaglie del cambiamento si avvertiranno in giornata a partire dalle zone alpine, dove giungeranno i primi fenomeni ma con la neve inizialmente relegata a quote di media montagna. Da mercoledì 3 l’ingresso più deciso dell’aria fredda sul Mediterraneo e la conseguente formazione di una depressione saranno causa di un peggioramento più generalizzato sull’Italia, mentre le temperature continueranno a calare anche nei giorni a seguire. In questa fase sono da attendersi piogge, temporali, venti a tratti forti, oltre ad un deciso calo termico, con ritorno della neve a quote medio-basse. In prima linea ancora una volta le regioni centro-meridionali, con fenomeni anche intensi e nevicate sull’Appennino. Per il Nordovest non possiamo ad oggi ancora confermare piogge importanti, quelle piogge che risanerebbero almeno in parte il deficit idrico, anche se le possibilità non mancano. (Tutto dipenderà infatti dall’esatta traiettoria della saccatura e la sua interazione con le Alpi). Per il Nordest invece le piogge saranno decisamente più probabili. Ma vista la notevole distanza temporale dall’evento l’evoluzione potrebbe subire ancora importanti modifiche e vi consigliamo pertanto di seguire i prossimi aggiornamenti.

(fonte e dati: 3bmeteo.com)

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends