LiberoReporter

Condannati a due anni di reclusione il CEO e il responsabile area crediti di Banca Sella

Latina  – Il giudice del Tribunale di Latina Giorgia Castriota, all’udienza camerale del 6 marzo 2019, ha pronunciato e pubblicato mediante lettura del dispositivo la sentenza che condanna per usura a due anni di reclusione il CEO (Amministratore Delegato) e il responsabile dell’area crediti di Banca Sella per l’usura applicata su un rapporto finanziario nei confronti di un imprenditore di Nettuno che aveva chiesto un prestito di 910mila euro.

I fatti contestati erano avvenuti tra il 2009 e il 2010 e subito dopo la denuncia, i finanzieri del Comando provinciale di Latina avevano raccolto una serie di elementi che avevano portato il magistrato inquirente a contestare il reato di usura bancaria. Scontato che una volta che saranno depositate le motivazioni del dispositivo il collegio difensivo presenterà ricorso in Corte d’Appello ma la condanna in questione riveste indubbio interesse per non essere comuni gli accertamenti di responsabilità in capo ai rappresentanti di Istituti bancari per il delitto di usura.
A seguire la persona offesa è stato l’avv. Fabio Giorgi dello Studio dell’avv. Alessio Orsini, i quali da anni si occupano di contenzioso bancario sempre e solo dalla parte degli utenti su tutto il territorio nazionale che davanti a questa sentenza commentano “indubbiamente questi provvedimenti danno speranza alle vittime di abusi perpetrati dai rappresentanti del sistema bancario e possono costituire un deterrente per arginare fenomeni usurai ed estorsivi”.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends