LiberoReporter

Venezuela: Francia, Spagna e pure Regno Unito riconoscono Guaidò, l’Italia rimane immobile

Si sono espressi a favore dell’autoproclamato presidente del Venezuela Juan Guaidò, Francia e Spagna, nel solco della strada tracciata dal voto del parlamento europeo, che caldeggiava il riconoscimento del Presidente ad Interim venezuelano, di fatto delegittimando l’ultima elezione presidenziale avvenuta nel paese latinoamericano, che aveva visto il “trionfo”  del delfino di Ugo Chavez, Nicolas Maduro, accusato però di brogli per questo suo secondo mandato. Ora sia Madrid che Parigi hanno recepito il “consiglio” fornito dall’Europa unita e hanno di fatto legittimato Guaidò in modo chiaro, mentre il nostro paese continua a far finta di nulla, e non vuole in alcun modo essere partecipe del cambiamento necessario in quel paese, portato da Maduro ad una crisi finanziario-economia senza precedenti e messo totalmente in ginocchio.
Ora si attende il riconoscimento di Austria, Germania, Portogallo, Olanda e Regno Unito (praticamente a brevissimo), mentre il governo giallo-verde del bel paese, più giallo che verde in questo caso, non ha alcuna intenzione di fare lo stesso passo di queste nazioni europee. Maduro non si è espresso in alcun modo verso la proclamazione di nuove elezioni presidenziali; scaduto quindi l’ultimatum per l’indizione di un voto regolare e svolto sotto il controllo di osservatori internazionali, Spagna e Francia, che ben presto saranno seguite da altri paesi, hanno deciso di riconoscere Guaidò, mentre a Roma tutto tace.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends