LiberoReporter

Venezuela: esercito respinge aiuti umanitari, 25 i morti a Gran Sabana

Venezuela sempre più sull’orlo della guerra civile con i militari fedeli a Nicolas Maduro che hanno respinto l’ingresso degli aiuti umanitari stranieri, che l’autoproclamatosi presidente Guaidò, stava cercando di far entrare nel paese e sono ben 25 i morti a seguito degli scontri con la popolazione locale venezuelana al confine con il Brasile a Gran Sabana. Il Sindaco della città ha trovato rifugio infatti proprio in terra brasiliana, scappando durante gli attacchi dell’esercito e dei miliziani irregolari chavisti. Incertezza totale su quanto accadrà nel paese sudamericano, stretto tra i due contendenti la presidenza da una parte e dalla morsa della crisi economica più grande mai avvenuta nel paese. Dalle ultime notizie che arrivano dal confine, sono almeno 84 i feriti, di cui almeno una quarantina sono in gravi condizioni.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends