LiberoReporter

Usa: Trump sotto accusa per emergenza nazionale, 16 Stati intentano causa – Video confine con Messico

Aggiornamento – Sedici Stati americani, hanno intentato causa contro la decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, di dichiarare l’emergenza per poter finanziare la costruzione del muro tra Usa e Messico. Gli Stati che si sono mossi in tal senso, inutili a dirsi hanno tutti procuratori generali democratici, sono California, Colorado, Connecticut, Delaware, Hawaii, Illinois, Maine, Maryland, Michigan, Minnesota, Nevada, New Jersey, New Mexico, New York, Oregon e Virginia, secondo i quali la decisione del tycoon newyorchese, numero uno del paese, viola la Costituzione americana e sta dichiarando una emergenza che non esiste, con il solo scopo di finanziare l’opera per il completamento del muro.

La notizia della prima ora – 15 febbraio – Trump ha deciso di dichiarare l’Emergenza Nazionale per costruire il muro anti-narcos e anti-migranti con il Messico, pronto a difendere il suo progetto a tutti i costi anche davanti ai giudici. Ma quanto sarà lungo questo muro? In un video realizzato dall’unione di oltre 200.000 immagini satellitari, guardiamo come si sviluppa il confine USA-Messico per oltre 1950 miglia.

Per i Democratici è una violazione della Costituzione degli Stati Uniti. Ma Donald Trump la pensa diversamente: il presidente Usa questo venerdì ha dichiarato che al confine tra Stati Uniti e Messico vi è in atto una vera emergenza nazionale, provando così a cercare di finanziare il muro promesso al confine tra i due Stati, dichiarando l’Emergenza Nazionale.

Il tycoon newyorchese sta cercando in tutti i modi di eludere il Congresso,  attraverso nuovo approccio, pur di mantenere fede all’impegno assunto in campagna nelle presidenziali del 2016: per Trump il flusso di immigrati che arriva negli states attraversando il confine, il passaggio di ingenti quantitativi di droga che favorisce la criminalità messicana, riversando nel mercato Usa una enorme quantità di stupefacenti è da considerarsi una vera e propria emergenza che va fermata, costruendo il famigerato muro.

Scongiurato con l’accordo di ieri un nuovo shutdown, oggi la mossa per recuperare quei dollari che servono per innalzare questa barriera di poco meno di 2000 km (mille circa sono già stati eretti da altre amministrazioni).
Sarà battaglia dura anche in tribunale.

VIDEO – Un viaggio attraverso il confine USA-Messico. Un cortometraggio di sei minuti (da Tijuana a Brownsville) che come un missile ci porta da una costa all’altra del confine tra i due Stati

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends