LiberoReporter

Brasile: a Bolsonaro la presidenza, sterzata a destra del paese carioca

Lo si sapeva ed era scontato che fosse proprio lui a vincere il ballottaggio per le elezioni presidenziali in Brasile, ed infatti così è andata per Jair Messias Bolsonaro ex capitano dell’esercito, inflessibile e duro come pochi, esponente della destra. A lui i brasiliani hanno dato mandato per rimettere in piedi un paese devastato dagli omicidi e dalla corruzione ai più alti livelli, in pieno disfacimento economico-sociale, visto che in tredici anni di potere del Partido Dos Trabalhadores (Pt), di due presidenti, uno è finito in carcere (Lula) e il suo successore la signora Dilma Rousseff è stata detronizzata dall’impeachment il 31 agosto del 2016, e che hanno così caratterizzato la scena politica brasiliana in negativo a partire dallo scandalo ‘Lava jato’.
Bolsonaro in pratica ha vinto facile, dopo contanti “meravigliosi” esempi presidenziali della sinistra brasiliana. Adesso spetta a lui risollevare un paese in ginocchio inghiottito da una crisi che non ha precedenti e non sarà per nulla facile, al di là degli slogan elettorali.

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends