LiberoReporter

Libia: inviato Onu strappa un accordo per cessate il fuoco

I più aspri combattimenti e scontri erano iniziati al fine del mese di agosto e dopo una settimana cruenta, l’inviato dell’Onu per la Libia, Ghassan Salamé, è riuscito a far raggiungere un accordo tra le parti, per un cessate il fuoco che garantisca la fine di tutte le ostilità, la protezione dei civili e la salvaguardia delle proprietà pubbliche e private. Dopo una cinquantina di morti dal 27 agosto ad oggi, sembra che finalmente le armi taceranno. E’ prevista anche la riapertura dell’aeroporto di Tripoli, Mitiga e si cerca di riaprire tutte le strade interrotte dentro la capitale e anche nei dintorni della stessa. Sono all’incirca 1.825 le famiglie che hanno abbandonato le loro case per spostarsi al di fuori di Tripoli, spesso in altre città. L’accordo è stato siglato tra i rappresentanti della Gna, dai comandanti militari e i leader dei gruppi armati della zona di Tripoli e dintorni.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends