LiberoReporter

Migranti, accordo Ue arriva a notte inoltrata. Conte: “Italia non è più sola”

E’ stata una maratona lunga, fatta di contrasti e di veti, ma alla fine, pare che i 28 paesi dell’Unione Europea hanno trovato la quadra, sul caldo tema dell’immigrazione. A notte inoltrata è lo stesso presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ad annunciarlo. Il premier italiano è soddisfatto: “Da questo Consiglio europeo esce un’Europa più responsabile e più solidale. L’Italia non è più sola” ha dichiarato intorno alle cinque del mattino Giuseppe Conte, andando via dal vertice di Bruxelles.

Accordo alle prime luci dell’alba a Bruxelles sui migranti. “I 28 leader hanno trovato un’intesa sulle conclusioni del Consiglio europeo, inclusa l’immigrazione”, ha annunciato su Twitter il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk al termine di una maratona notturna per la difficile trattativa. “Da questo Consiglio europeo esce un’Europa più responsabile e più solidale. L’Italia non è più sola”, ha detto uscendo dal palazzo del Consiglio intorno alle 5 del mattino, dopo ore e ore di riunione, il premier Giuseppe Conte.

Conte ha quindi illustrato “i punti più salienti del testo” delle conclusioni. “E’ passato – ha spiegato – il principio che il tema della regolazione e della gestione dei flussi migratori deve essere affrontato mediante un approccio più integrato, come avevamo richiesto, che riguardi la dimensione interna, quella esterna e il controllo delle frontiere, all’articolo uno”. “Ancora all’articolo uno – ha continuato – è affermato il principio che chi arriva in Italia arriva in Europa. Ancora, all’articolo tre, è affermato il principio che tutte le navi che attraversano il Mediterraneo devono rispettare le leggi, quindi anche le Ong, e non devono interferire con le operazioni della Guardia Costiera Libica”. “All’articolo cinque – ha detto ancora Conte – c’è il principio di un nuovo approccio per i salvataggi in mare: si prevedono azioni, d’ora in poi, basate sulla condivisione, e quindi coordinate tra gli Stati membri”.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends