LiberoReporter

Nepal: incidente volo US-Bangla Airlines, sale a 51 numero morti / video

Aggiornamento: 14 mar. ore 16 – Secondo quanto rende noto in queste ore il ministro degli interni nepalese Ram Bahadur Thapa ripreso dalla stampa locale, con il decesso di due feriti gravi (un bengalese ed un cinese) ricoverati in terapia intensiva per le gravissime ustioni riportate, sale a 51 il numero delle vittime dell’incidente occorso l’altro ieri 12 marzo ad un aereo Q-400 Dash-8 della compagnia bengalina US-Bangla Airlines, decollato da Dacca, Bangladesh, con 71 persone a bordo fra passeggeri e membri d’equipaggio, e precipitato all’atterraggio sull’aeroporto di destinazione, il Tia di Katmandu, Nepal. 

La notizia della prima ora – 12 marzo – Un velivolo della compagnia aerea bengalina US-Bangla Airlines, è precipitato poco dopo le 14,20 (ora del Nepal), mentre si stava accingendo ad atterrare presso l’aeroporto di Katmandu. Delle 71 persone a bordo, al momento sono stati ritrovati 49 corpi, mentre 15 persone, recuperate ancora in vita, versano però in gravissime condizioni e sono state trasportati negli ospedali più vicini al luogo del disastro.

Un aereo de Havilland Canada DHC-8-402Q Dash 8 della compagnia bengalina US-Bangla Airlines, volo BS211 proveniente dall'”Hazrat Shahjalal International Airport” del Bangladesh è precipitato stamattina (14:20 ora locale) mentre era in fase di atterraggio all’aeroporto di Katmandu, Nepal. Lo ha reso noto un portavoce dell’esercito nepalese.

A bordo 71 persone (64 fra uomini e donne, due bambini, e 5 membri d’equipaggio). Finora le vittime contate dai soccorritori sono 49. Quattordici superstiti fra cui alcuni in condizioni gravissime sono stati immediatamente trasportati negli ospedali più vicini (Kathmandu Medical College, Teaching Hospital, Norvic Hospital e Mediciti Hospital), mentre si cercano i corpi mancanti all’appello. Sempre secondo i dettagli rilasciati dalle autorità 33 persone erano di nazionalità nepalese.

Al momento in cui scriviamo Prem Nath Thakur, portavoce del Tia (Tribhuvan International airport, lo scalo di Katmandu) Prem Nath Thakur, riferisce che 9 dei feriti più gravi sono stati dichiarati morti all’arrivo negli ospedali. Ma non è precisato se sono già ricompresi nelle 50 vittime.

Secondo la stampa locale un primo dirigente del Tia, Raj Kumar Chhettri, ha dichiarato che il velivolo si è schiantato alle ore 14:28. “Il controllo del traffico aereo aveva comunicato al pilota dell’aereo che doveva atterrare sulla Pista 02, all’estremità meridionale dell’aeroporto, pochi istanti prima del fatale incidente. Il pilota ha poi informato che si sarebbe avvicinato alla pista da nord, ma il velivolo si è diretto invece verso nord-est. La torre di controllo lo ha contattato ed ha chiesto se c’era un problema;   il pilota ha risposto che tutto andava bene. Subito dopo il velivolo è sbandato sulla pista rischiando di schiantarsi contro uno degli hangar. Immediatamente dopo ha preso fuoco, ha aggiunto Chhetri.

(Fonte: Avionews)

Nei due video in basso, immagini dal luogo della tragedia:

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends