LiberoReporter

Ancora un giornalista ucciso per le sue inchieste: Jan Kuciak e la compagna trucidati in Slovacchia

E’ una storia che non troverà mai fine, quella di quei pochi giornalisti che nel mondo si occupano seriamente di inchieste e che a causa del loro lavoro, vengono pesantemente minacciati o addirittura trucidati. Questa volta è successo ad un collega in Slovacchia, Jan Kuciak, ucciso nel suo appartamento a Velka Maka, insieme alla sua compagna. I motivi sono certamente legati al lavoro d’inchiesta svolto dal reporter, che si era anche occupato in passato sui presunti legami d’affari tra l’attuale ministro dell’Interno slovacco Robert Kalinak e un immobiliarista. 

Il giornalista Jan Kuciak e la compagna Martina Kusnirova sono stati trovati uccisi nella loro abitazione di Velka Maca, a 65 chilometri a est di Bratislava. Kuciak, 27 anni, era noto per le sue inchieste e, come ha riferito la polizia, è probabile che l’assassinio sia legato al suo lavoro giornalistico. In passato, Kuciak aveva indagato sui presunti legami d’affari tra il ministro dell’Interno Robert Kalinak e un immobiliarista, ma l’inchiesta della polizia era stata archiviata.

L’uccisione del giornalista e della sua compagna ha spinto il premier Robert Fico a convocare una riunione d’emergenza con i responsabili della sicurezza, tra i quali so stesso Kalinak. “Se sarà dimostrato che la morte del giornalista è legata al suo lavoro investigativo, si tratterebbe di un attacco senza precedenti alla libertà di parola e alla democrazia in Slovacchia”, ha commentato Fico.

Kuciak aveva lavorato per tre anni per Aktuality.sk, testata online del gruppo Springer. “Siamo scioccati dalla notizia del crudele assassinio di Kuciak e della sua compagna”, ha affermato il gruppo editoriale.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends