LiberoReporter

Fermato a Ventimiglia figlio dei due genitori uccisi a Viterbo

La polizia di frontiera ha arrestato l’uomo sospettato di aver ucciso ieri a Viterbo i genitori, rispettivamente di 83 e 71 anni, che sono stati rinvenuti ieri sera nella loro casa avvolti in un cellophane. Il figlio della coppia uccisa, è stato bloccato a Ventimiglia. A dare l’allarme, perché non riusciva più a comunicare con i genitori, è stato uno dei due fratelli dell’arrestato. 

poliziaE’ stato rintracciato e fermato dalla polizia a Ventimiglia l’uomo sospettato di aver ucciso ieri a Viterbo gli anziani genitori. Le indagini, della Squadra mobile di Viterbo, scattate subito dopo il ritrovamento in casa dei corpi dei coniugi, avvolti in sacchi di cellophane, hanno permesso alla Polizia di Frontiera di Ventimiglia di rintracciare nelle prime ore di questa mattina il figlio della coppia.

I cadaveri di due coniugi, rispettivamente di 83 e 71 anni, sono stati rinvenuti ieri sera in casa avvolti in un cellophane. A dare l’allarme, perché non riusciva a contattare i genitori, è stato un altro dei tre figli. La morte dei due coniugi risalirebbe a circa 36 ore prima del ritrovamento. Una delle vittime si trovava sul letto, mentre l’altra era riversa sul pavimento.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends