LiberoReporter

Casa: come ridurre i consumi energetici

costiDati i tempi di crisi che stiamo attualmente vivendo, quello del risparmio non dovrebbe essere un semplice consiglio ma un obbligo per tutti noi. Soprattutto quando parliamo di casa nostra e di alcune abitudini che ci portano ad aumentare inutilmente il conto della bolletta energetica. Ed è proprio dalle nostre abitazioni che deve partire la volontà di risparmiare su quei costi ampiamente evitabili, che finiscono per diventare una spesa difficilmente sostenibile per le famiglie dello Stivale. Nonostante tutto, ridurre i consumi energetici in casa è possibile: basta fare qualche piccolo sacrificio, e imparare a utilizzare metodi e abitudini che siano maggiormente sostenibili e votati al risparmio energetico.

Come risparmiare energia in bolletta?

Premesso che le nostre case rappresentano un insieme di fonti di spreco a livello energetico, e che dobbiamo cambiare le nostre routine per porvi rimedio, il primo passo da fare è verificare che i propri contratti di fornitura siano economicamente convenienti: utilizzando portali come comparasemplice.it, è possibile fare un confronto delle offerte gas e luce e vedere se sul mercato è presente un fornitore con prezzi più competitivi. Detto questo, per risparmiare sulle utenze ci sono alcune abitudini che dobbiamo modificare: in primis conviene sempre utilizzare gli elettrodomestici più dispendiosi (come ad esempio la lavatrice) solo durante le fasce a consumo energetico protetto. Poi, attenzione anche agli sprechi relativi alla luce: la regola è spegnere sempre le lampadine quando non servono.

Come ridurre i consumi energetici in casa?

Una casa che sia votata al risparmio energetico, è una casa che viene riscaldata correttamente e che non è soggetta a perdite di calore o all’intrusione delle temperature esterne. In altre parole, la mission parte innanzitutto dall’installazione di una caldaia a norma e di nuova generazione, che possa dunque minimizzare il consumo di gas in favore di un’ottimizzazione delle temperature. Poi, ecco l’importanza della coibentazione di tetti e pareti e dell’installazione di finestre termoprotettive, il cui compito è impedire la fuoriuscita del calore, proteggendo ciò che stiamo consumando.

Altri consigli utili per risparmiare in casa

Elettrodomestici e dotazioni tecnologiche sono uno dei maggiori indicatori di sprechi o di risparmio. Per quanto concerne i primi, è sempre meglio sostituire gli elettrodomestici vecchi con dispositivi di ultima generazione e dotati di classi energetiche alte. In secondo luogo, attenzione alla rubinetteria, che può rappresentare una grande fonte di spreco in termini di risorse idriche: meglio installare ad esempio rubinetti a getto controllato e in generale, evitare di lasciarli aperti facendo scorrere l’acqua senza alcun motivo. Infine, i consumi possono essere ridotti anche usando lo scaldabagno con coscienza: soprattutto in inverno, è sempre il caso di regolarne l’accensione con un timer.

 

 

(AS)


RELATED ARTICLES

Back to Top