LiberoReporter

Samsung, condannato per corruzione a 5 anni Lee Jae-yong

Falso giuramento, abuso di beni sociali e non ultimo corruzione: la Corte centrale di Seul ha condannato Lee Jae-yong, vicepresidente ed erede del colosso Samsung, a 5 anni di reclusione. L’accusa aveva chiesto dodici anni di reclusione.

samsungLee Jae-yong, vicepresidente ed erede dell’impero Samsung, è stato condannato a 5 anni di carcere dalla Corte centrale di Seul per corruzione e altri crimini, tra cui abuso di beni sociali e falso giuramento. Nello scandalo era finita anche l’allora presidente del Paese, Park Geun-Hye, costretta alle dimissioni. La procura aveva chiesto per il top manager, arrestato lo scorso febbraio, 12 anni di carcere.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends