LiberoReporter

Germania e Turchia ai ferri corti: Gabriel, Ankara rispetti nostre leggi

Relazioni diplomatiche tese tra Germania e Turchia, dopo che il presidente turco Erdogan ha bollato i leader tedeschi di essere nazisti. Oggi il ministro degli esteri tedesco Gabriel ha annunciato che se Ankara non rispetterà la legge tedesca, saranno approntate le misure necessarie contro la Turchia. 

s-gabrielLa Germania è pronta ad adottare le “misure necessarie se Ankara non rispetta la legge tedesca”. Lo ha affermato il ministro degli Esteri tedesco Sigmar Gabriel in un’intervista a Der Spiegel.

“Siamo stati molto chiari nel dire che possiamo sempre adottare, e che adotteremo in qualsiasi momento, le misure necessarie”, ha detto Gabriel, precisando che “chi oltrepassa la linea non può dare per scontato di poter diffondere le sue politiche in questo Paese”.

Il presidente turco Recep Tayyp Erdogan ha bollato i leader tedeschi e olandesi come nazisti per il loro rifiuto ad autorizzare interventi pubblici di ministri turchi nei loro Paesi in sostegno del referendum costituzionale di aprile al quale voteranno anche i turchi residenti all’estero.

Le prospettive di adesione all’Unione europea della Turchia “sono più lontane di sempre”, ha aggiunto, precisando il suo sostegno per la “partnership privilegiata” sostenuta da Angela Merkel.

Intanto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha esortato l’Unione europea ad applicare l’accordo sulla liberalizzazione dei visti per i cittadini turchi in Europa, affermando che il governo di Ankara sta vivendo ”un momento complicato” nei rapporti diplomatici.

TRENTA GIORNI GRATUITI PER PROVARE AMAZON PRIME - ISCRIVITI -

RELATED ARTICLES

Back to Top