LiberoReporter

Inchiesta riciclaggio: ordine custodia per Giancarlo Tulliani che risulta irreperibile

Nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Roma sui rapporti dei Tulliani con Francesco Corallo re delle slot machine, è stato emesso un ordine d’arresto in carcere per Giancarlo Tulliani, firmata dal gip Simonetta D’Alessandro.  L’accusa è di riciclaggio internazionale. 

news-nuove-rosseUn’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa nei confronti di Giancarlo Tulliani, cognato di Gianfranco Fini, nell’ambito dell’inchiesta della procura di Roma sul presunto riciclaggio internazionale e le slot machine. L’arresto, a quanto si apprende, non è stato per il momento eseguito perché Tulliani è irreperibile.


RELATED ARTICLES

Back to Top