LiberoReporter

Trump firma ordine esecutivo: sospeso ingresso in Usa per 7 paesi islamici

Il neo eletto presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, ha firmato un ordine esecutivo che vieta l’ingresso negli states per 3 mesi a cittadini provenienti da paesi islamici in odore di terrorismo: Siria, Libia, Iran, Iraq, Somalia, Sudan, Yemen. “Vogliamo essere sicuri di non avere nel nostro Paese le stesse minacce che hanno i nostri soldati all’estero”, ha dichiarato Trump.

trump-penceIl presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato la firma di un ordine esecutivo in materia di immigrazione che prevede controlli rafforzati alle frontiere per fermare eventuali “terroristi islamici radicali”. In particolare viene sospeso per 3 mesi l’ingresso negli Stati Uniti per i cittadini di sette paesi musulmani: Siria, Libia, Iran, Iraq, Somalia, Sudan, Yemen.

“Vogliamo essere sicuri – ha detto Trump, ieri durante la cerimonia al Pentagono di investitura del segretario alla Difesa James Mattis – di non avere nel nostro Paese le stesse minacce che hanno i nostri soldati all’estero”, e ha ammonito: “Non dimenticheremo mai la lezione dell’11 settembre”.

Nel motivare il suo ordine esecutivo in cui viene sospeso, “fino a ulteriore determinazione” l’ingresso dei rifugiati provenienti dalla Siria, il presidente americano Donald Trump ha affermato che: “L’ingresso di cittadini e rifugiati siriani” è “dannoso per gli interessi del Paese”.

Malala: “Il decreto di Trump sui rifugiati mi spezza il cuore”

Nell’ordine esecutivo in materia di immigrazione è prevista, tra le altre misure, anche la sospensione per tre mesi del programma di ammissione dei rifugiati, e l’ingresso, fino a ulteriore comunicazione, di quelli siriani.

Trump ha quindi incaricato il Segretario di Stato, durante i 120 giorni di sospensione, di rivedere il programma dei rifugiati, al fine di essere sicuri che le persone alle quali viene concesso lo status di rifugiato “non rappresentino una minaccia per la sicurezza e il benessere degli Stati Uniti”.

Per impedire l’ingresso negli Stati Uniti di “terroristi islamici radicali”, il presidente Usa ha reso noto che saranno “rafforzate le forze armate degli Stati Uniti” con “nuovi aerei, nuove navi, nuove risorse e nuovi strumenti per i nostri uomini e donne in uniforme”. “Mentre prepariamo il budget per la difesa da presentare al Congresso – che ne sarà felice – la nostra forza militare non sarà messa in discussione da nessuno così come la nostra dedizione per la pace. Vogliamo la pace”, ha sottolineato Trump.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends