LiberoReporter

Italia congelata da nord a sud

Il gelo non accenna a diminuire e nel paese si sono create grandissime situazioni di disagio.
Il nord è sottoposto a continue gelate con temperature polari.
La capitale è sotto una notevole coltre di neve e le difficoltà per una metropoli come Roma sono tante. Uffici pubblici e scuole sono chiusi ed è fatto obbligo di girare con i mezzi per la città, soltanto se dotati di catene o pneumatici da neve. Una odissea  il viaggio in treno di 150 persone, diretti da Roma a Avezzano, che si ritrovano tutt’ora bloccati a Carsoli, dalle 17 di ieri. Letteralmente al gelo per la mancanza di riscaldamento sul treno, i passeggeri lamentano che non hanno ricevuto alcuna assistenza: solo due bottigliette d’acqua ricevute in 19 ore di “prigionia”, nelle vicinanze della cittadina abruzzese.
Altri treni sono rimasti bloccati per diverse ore in vari luoghi del Lazio. Cancellati una 50ina di voli a Fiumicino.
Neppure le altre regioni del centro sud sono esenti dai disagi. In Campania, nel casertano, alcuni passeggeri diretti a Campobasso, sono rimasti bloccati nella stazione di Vairano, al gelo per tutta la notte. Solo questa mattina un autobus in sostituzione del treno, li ha recuperati per portarli a destino, verso il capoluogo molisano.
Sempre in Molise, purtroppo, si registra una vittima. Un uomo è stato ritrovato cadavere all’interno della propria autovettura, coperta dalla neve. L’auto probabilmente si sarà fermata per un guasto e l’uomo non è riuscito a dare l’allarme, ma non si conoscono ancora i particolari.
Nel corso della giornata le temperature scenderanno di molto anche al sud.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends